Adriano Salani Editore

L'argomento Adriano Salani Editore è una questione che ha catturato l'interesse e l'attenzione di molte persone in tutto il mondo. Che sia per il suo impatto sulla società, per la sua rilevanza storica o per il suo significato nella vita quotidiana, Adriano Salani Editore ha generato dibattiti, indagini e persino controversie. In questo articolo esploreremo diversi aspetti e prospettive legati a Adriano Salani Editore, con l’obiettivo di fornire una panoramica ampia e completa su questo argomento. Dalla sua origine alle sue implicazioni attuali, compresa la sua influenza sulla cultura popolare, esamineremo in modo approfondito come Adriano Salani Editore abbia lasciato un segno indelebile nella storia e nella coscienza collettiva.

Adriano Salani Editore
StatoBandiera dell'Italia Italia
Fondazione2 novembre 1862 a Firenze
Fondata daAdriano Salani
Sede principaleMilano
GruppoGruppo editoriale Mauri Spagnol
Persone chiaveGianluca Mazzitelli, AD
SettoreEditoria
Prodottiletteratura per ragazzi
Fatturato36 milioni di euro (2008)
Sito webwww.salani.it/

La Adriano Salani Editore è una casa editrice italiana, principalmente per ragazzi. È stata fondata nel 1862 a Firenze da Adriano Salani, ed è uno degli editori italiani più antichi che sia ancora in attività.

Storia

Nacque come stabilimento tipografico, ma poi a questo si aggiunse anche la casa editrice vera e propria. Alla morte di Adriano Salani (1904) la direzione della casa editrice passò al figlio Ettore e poi al nipote, Mario Salani. Dal 1937 in poi la casa editrice attraversò un difficile periodo di crisi, dovuta anche alla chiusura dello stabilimento tipografico.

Nel 1987 la Salani viene acquistata da Mario Spagnol, che già controllava la Longanesi. Nello stesso anno inizia la stampa delle fortunate collane I Criceti e Gl'Istrici, dirette da Donatella Ziliotto, nelle quali comparivano grandi autori e autrici stranieri, come Roald Dahl, Astrid Lindgren, Mary Norton, Eva Ibbotson, Jacqueline Wilson, e nuovi volti italiani, come Silvana Gandolfi, Emanuela Nava, Anna Russo, Silvana De Mari e Matteo Corradini.

Nonostante le varie uscite editoriali, solo dopo la pubblicazione, in esclusiva, della traduzione italiana del libro Harry Potter e la pietra filosofale e, in seguito, di tutta la serie, la Salani ottenne un grande successo di massa.

Nel 1999, alla morte di Mario Spagnol, la Salani fu affidata a Luigi Spagnol.

Nel 2005, a seguito di un accordo tra le famiglie Spagnol e Mauri, il gruppo editoriale, comprendente Corbaccio, Garzanti, Guanda, Longanesi, Nord, Ponte alle Grazie, Salani, TEA, Vallardi e ProLibro, assume il nome di Gruppo editoriale Mauri Spagnol.

La società Adriano Salani Editore è controllata da Messaggerie Italiane. Dal 2007 Gianluca Mazzitelli ne è l'amministratore delegato, già direttore generale della casa editrice dal 2002.

Numeri del 2008

  • 36 milioni di Euro il fatturato del 2008
  • 34% derivante dalle vendite di Harry Potter
  • 7.500.000 le copie vendute dei primi 6 libri di Harry Potter

Note

  1. ^ Alice Cencetti, Adriano Salani, in Dizionario biografico degli italiani, vol. 89, Roma, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 2017.
  2. ^ Salani.it (archiviato dall'url originale il 9 febbraio 2017).

Bibliografia

  • Ada Gigli Marchetti, Libri buoni e a buon prezzo: le edizioni Salani (1862-1986), Milano, Franco Angeli, 2011, ISBN 978-88-568-0619-9.

Voci correlate

Autori pubblicati da Salani

Collegamenti esterni

Controllo di autoritàVIAF (EN294672768 · LCCN (ENno2011072254